Stile vintage uomo, i dettagli che fanno la differenza

3
13.574 visualizzazioni
stile vintage uomo, abbinamenti
stile vintage uomo, abbinamenti

Si fa presto a dire vintage quando si indossano capi di abbigliamento trafugati dal baule dei ricordi di papà, ma non è poi così semplice accostare accessori legati alla cultura e al costume di un tempo con il guardaroba attuale.
La parola d’ordine per un abbinamento vintage ben fatto è creatività, sono due mondi uniti per ispirazione, per indole, per passione che si incontrano. Spazio dunque alla ricerca e all’audacia, perchè solo con una buona dose di inventiva si crea uno stile vintage inconfondibile! (Leggi anche Guida allo stile vintage contemporaneo nella moda uomo: come? con chi? quando usarlo? )

Sempre più spesso i brand attuali propongono un moderno ma in chiave vintage per l’uomo dei nostri giorni. Ma, viene spontaneo chiedersi, marchi universalmente noti come “di tendenza” quando scelgono di presentare il conservative -ook, non rischiano di forzare un confine troppo netto? E poi, il vero amante del vintage, non compra capi delle collezioni attuali d’ispirazione heritage, ma assembla da sè il proprio stile, attingendo dalle fonti già citate di creatività ed inventiva personale.

Un uomo che vuole indossare un look vintage cerca nel passato la sua moda personale, non insegue marchi di tendenza, nè acquista griffes costose per il solo nome che decantano. Lo stile vintage privilegia i dettagli, quei particolari che rendono unico ed inimitabile lo stile: una pochette, un foulard dalle stampe all-over, un berretto patchwork, un borsalino sportivo o un cappello panama sono alleati d’eccezione. Così come dei gemelli per chiudere i polsini della camicia, le bretelle sulla camicia a quadretti abbottonata fino all’ultimo bottone, un papillon a tinte forti e dei calzini a righe in bella vista.

stile vintage uomo, dettagli
stile vintage uomo, dettagli

 

Look vintage Moda Uomo
Look vintage Moda Uomo

Stesso discorso per la scelta dei colori: tutte le tonalità della terra la fanno da padroni (in pole position il sabbia ed il cachi, il nocciola ed il marrone bruciato), ma guai a mettere i paletti anche qui. Perchè non accostare dei jenas dal lavaggio sablè ad una camicia scozzese sui toni del verde? O abbinare pantaloni cachi tal taglio stretto  (magari lunghi fino a scoprire la caviglia con risvolto) con una t-shirt a righe nei toni del grigio per uno stile romantico retrò di sicuro impatto?

Insomma, il primo obiettivo del vintage-addicted è uno solo: testimoniare, con l’ausilio di capi-icona, il tempo che meglio di addice alla propria personalità. Al resto ci pensa la fantasia ed il buon gusto. Del resto, come era solito affermare Coco Chanel “la moda è fatta per diventare fuori moda”!

stile vintage uomo, idee da copiare
stile vintage uomo, idee da copiare

Foto: FashionIndie.com, StyleScoop

Condividi Moda Uomo nel web
  • PDF
  • email
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • Live
  • MSN Reporter
  • RSS
  • Segnalo
  • StumbleUpon
  • Technorati
  • Twitter
  • Wikio IT
  • Add to favorites
  • Google Buzz
  • MySpace

3 COMMENTS

  1. Io cerco sempre di mettermi dei vestiti o accessori un po’ classici/vintage, ma rivisitati in chiave moderna per non perdere mai la mia personalità, aggiungendo magari particolari di tendenza..ho appena scaricato la app di Messori…

    • Grazie Lorenzo per il tuo contributo,
      anche se, in tutta franchezza, lo stile Messori non ha molto a che fare con il vintage. Direi che è piuttosto uno stile classico…

LEAVE A REPLY