Moda Uomo Tod’s 2011- 2012

0
4.277 visualizzazioni

Per i nostri lettori che amano l’italian style firmato Tod’s, una stagione 2011-2012 all’insegna di un’eleganza attuale. L’’uomo Tod’s dell’autunno/inverno 2011-2012 si caratterizza per un aspetto più formale, dal tratto contemporaneo e cosmopolita.

Le forti radici di eleganza e lusso permettono scelte innovative, che arricchiscono lo stile classico e raffinato con dettagli ricercati, adatti ad ogni momento e ad ogni contesto. Questa versatilità rappresenta i valori della filosofia Tod’s, che negli anni’ 80 hanno rivoluzionato il concetto di calzatura interpretando l’uso della gomma e dei pellami pregiati in modo moderno ed unendo l’artigianalità italiana ad una nuova idea di stile  attuale ed elegante.

Il focus per il prossimo Autunno/Inverno 2011-2012 comprende la classica icona Tod’s, il Winter Gommino. In linea con l’esigenza di un look più formale, un mocassino in vernice nera con una particolare fondo in gomma nera, in modelli sia stringati che non. La straordinaria tradizione artigianale italiana esprime la sua attualità in queste scarpe, attraverso il taglio fortemente maschile e metropolitano e la suola in gomma.

In primo piano una selezione di borse, accessori da viaggio e piccola pelletteria – portafogli e I-Pad cases – in un’ampia gamma di pellami pregiati come coccodrillo e pitone. In risalto la nuova borsa 24ore destrutturata, realizzata in selezionatissimi pellami morbidi, un pezzo trasversale perfetto per il weekend ma funzionale per qualsiasi esigenza.
E quali saranno i colori moda per l’uomo nel prossimo Autunno/Inverno?  Una gamma di colori che comprendono le sfumature naturali e ricche del cioccolato, il miele caldo, il grigio marmo e la terra.

Condividi Moda Uomo nel web
  • PDF
  • email
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • Live
  • MSN Reporter
  • RSS
  • Segnalo
  • StumbleUpon
  • Technorati
  • Twitter
  • Wikio IT
  • Add to favorites
  • Google Buzz
  • MySpace

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY