La camicia a quadretti vince la sfida e conquista gli uomini

3
10.356 visualizzazioni

Se i primi che l’hanno indossata saranno stati additati come “boscaioli”,  adesso la camicia a stampa quadrettata (anche detta scozzese o tartan) fa molto “grunge-chic” e spopola non solo tra gli uomini più modaioli, ma conquista anche chi ama gli accostamenti più formali.

Nel guardaroba maschile dell’ inverno 2011 (e nella prossima primavera-estate) non può davvero mancare. La camicia a scacchi, da sempre legata nell’immaginario collettivo ad un uomo che svolge attività all’aria aperta (come, appunto, il boscaiolo), ricorda anche l’immagine dell’uomo d’ Oltreoceano che, armato di jeans, giubbotto bomber smanicato e cappellino della squadra da basebaal del cuore si prepara per andare a tifare i suoi campioni.


Le proposte sono tante e variegate: taglio sportivo con taschini, bottoni a pressione, tagli sulle spalle e toppe in camoscio sui gomiti.
Ma la verà novità sta innanzitutto nel fatto che  oggi la camicia a quadri non è realizzata solo in un tessuto pesante come la flanella, ma anche in cotone. E poi viene intrepretata in una nuova chiave…per un urban style di tendenza, così si continua ad abbinare ai jeans…ma anche sotto il cardigan e l’abito scuro!
Nell’immagine che apre l’articolo alcuni modelli della linea “Urban Country” di J.A.C.H.S. Guardate invece come la tanto bistrattata stampa “tipo plaid” viene interpretata nella collezione Boss Selection di Hugo Boss Uomo 2011

Condividi Moda Uomo nel web
  • PDF
  • email
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • Live
  • MSN Reporter
  • RSS
  • Segnalo
  • StumbleUpon
  • Technorati
  • Twitter
  • Wikio IT
  • Add to favorites
  • Google Buzz
  • MySpace

3 COMMENTS

  1. Questa è l’ennesima dimostrazione che gli stilisti pescano e ripescano dal passato: mancanza di ispirazione o nostalgia canaglia?
    Ho visto queste camicie in uno store OVIESSE INDUSTRY, mentre cercavo degli stivali “ripieni alla pecora o al montone” o con qualcosa che potesse riscaldare i miei piedini da Cenerentola. Il mio ragazzo ha subito esclamato “Questa è la camicia che portavo al liceo e che poi ho passato a mio fratello!!”, guardando una camicia rossa a quadroni neri, modello Scozia o Tavola natalizia da imbandire, fate un po’ voi… In effetti, la stessa camicia la portavo anch’io e quando succedeva i miei compagni mi chiedevano se mi fossi vestita al buio!
    Mi fa piacere vedere quando queste cose ritornano di moda, e rosico sempre perché quando queste cose ritornano io le ho buttate o regalate giusto il giorno prima, come vuole la legge di Murphy.
    Come tutte le cose, però, vanno sapute portare e mettere nel contesto giusto… Mi sembra perfetta con un gessato come nella foto corredata dal giusto gnocco di turno, ma forse vedendola indosso a un giubbotto di jeans o sopra un semplice denim, non è che mi entusiasmerebbero. Gli anni ’80 mi piacciono, ma non è che rivedrei Drive In anche subito!!!
    Insomma, come con la Nutella: senza esagerare…

    • Cara Roberta,
      condivido quanto hai scritto.
      E aggiungo una frase letta qualche tempo fa: “il moderno invecchia, il vecchio torna di moda”
      Quindi, prima di buttar via qualcosa, PENSACI BENE! 😉

LEAVE A REPLY