Camicia-cravatta, regole base di eleganza maschile

1
13.296 visualizzazioni
Abbinamenti-casual-business
Abbinamenti-casual-business

abbinare camicia-cravatta
abbinare camicia-cravatta

Il binomio camicia-cravatta fa rima da sempre con il ben vestire dell’uomo. La tesi che il formalwear richieda il seguire norme precise, rischia però di dare per scontata la scelta dei capi da indossare, tanto da appiattire l’immagine (e lo stile personale!)  del singolo uomo.

Abbiamo perciò pensato di dedicare all’uomo moderno una sorta di guida che lo aiuti a distrecarsi tra i canoni dell’eleganza formale, senza dimenticare la sua personalità e senza rischiare di apparire un rigido manichino.

Partiamo proprio da quel dettaglio, la cravatta, che più di ogni altro denota lo stile maschile. Scegliere la giusta cravatta è un’operazione che spesso rischia di far arrivare in ritardo anche l’uomo più puntuale, ecco perchè vi proponiamo una semplice guida da seguire passo -passo, condsiderando le caratteristiche della cravatta e l’abbinamento che volete ottenere.

1-La larghezza della cravatta: spesso nella rubrica sentite parlare di “cravattino“, si tratta di una cravatta più stretta (solitamente di 4cm, a fronte degli standard di 7-8 cm della cravatta classica) che è molto in voga ultimamente. Il cravattino è la scelta preferita dai giovani e da chi desidera optare per un look più informale e meno rigoroso. Secondo le regole del vestire elegante maschile, la giusta larghezza della cravatta va valutata sulla base del reverse della giacca (una giacca a spalle più larghe avrà revers più ampi e quindi cravatta più larga)

lunghezza-giusta-cravatta
lunghezza-giusta-cravatta

Nella diatriba cravatta VS cravattino il nostro suggerimento è quello di scegliere sia sulla base del contesto (più o meno ufficiale/formale), sia sulla base del vostro aspetto fisico, in quanto una cravatta più larga è consigliabile all’uomo con girovita abbondante.

2-La lunghezza della cravatta: il formalwear impone che la cravatta sia lunga fino alla cintura dei pantaloni. Anche in questo caso è bene tenere presenti le caratteristiche del proprio corpo: l’armonia delle proporzioni è la chiave di volta, sempre.  Dunque un uomo alto nella media mt 1, 75-1,80 che indossa pantaloni a vita basa, dovrebbe optare per una cravatta standard la cui punta arrivi a sfiorare (senza coprire) la cintura. La lunghezza standard di una cravatta è 150 cm, esistono cravatte XL (per uomini molto alti, lunghe intorno ai 160-165 cm). Occhio quindi a calcolare il punto giusto nodo (vedi ), così che dopo averla annodata arrivi circa all’altezza dei pantaloni.

3- La fantasia della cravatta: l’abbinamento della cravatta alla camicia segue una regola semplice semplice, evitare mix and match sgradevoli di forme geometriche diverse. Quindi fantasie e righe vanno selezionati con cura. Ad una camicia in tinta unita è concesso un maggior numero di abbinamenti di cravatte, ma non per questo bisogna optare per la monotonia. Infatti, una cravatta Regimental (con colore di fono dominante e  righe diagonali di altra tinta) si sposa bene anche con una camicia millerighe.

abbinamenti cravatta blu
abbinamenti cravatta blu
scegliere la cravatta giusta, abbinamenti viola
scegliere la cravatta giusta, abbinamenti viola

L’importante è che le fantasie simili abbiano dimensioni differenti (abbinare righe sottili della camicia a righe doppie della cravatta). Ricordate inoltre che nel coordinare i diversi colori bisognerebbe scegliere quello dominante il look ed attenersi a diverse variazioni di tonalità dello stesso (di solito ci si sofferma su grigio, marrone o blu). Un’ultimo suggerimento: mentre le linee orizzontali e le fantasie tendono a caricare l’aspetto, le linee verticali ed i colori scuri in tinta unita lo uniformano. Ecco perchè le cravatte “business” sono tutt’altro che originali! 😉

abbinare camicia rigata-cravatta
abbinare camicia rigata-cravatta

Lasciate dunque che le fantasie geometriche a disegni piccoli sdrammatizzino gli abbinamenti in occasioni formali, pur mantenendo una certa eleganza e riservate le fantasie elaborate o a disegni grandi solo per occasioni assolutamente informali.

Condividi Moda Uomo nel web
  • PDF
  • email
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • Live
  • MSN Reporter
  • RSS
  • Segnalo
  • StumbleUpon
  • Technorati
  • Twitter
  • Wikio IT
  • Add to favorites
  • Google Buzz
  • MySpace

1 COMMENT

  1. […] 2. SCEGLIERE LE DIMESIONI DELLA CRAVATTA: cravattino o cravatta larga? Per rispondere a questa domanda dovete tenere in considerazione, oltre al gusto personale, anche le vostre caratteristiche fisiche. Quindi agli uomini più robusti consiglio una cravatta non troppo larga, nè a fantasie troppo evidenti. Sì al quadrettato e al regimental, così come al fasciato verticale. Per quanto riguarda la lunghezza perfetta e la larghezza, vi rimando all’articolo: Camicia-cravatta, regole base di eleganza maschile […]

LEAVE A REPLY